Master di primo livello (corso annuale)

Anno Accademico 2018/2019

PATIENT CARE IN ADVANCED SURGICAL ONCOLOGY

 
logo ateneo
Organizzato da:
Dipartimento di Scienze Chirurgiche in collaborazione con Rete Oncologica Piemonte e Valle d'Aosta
Università degli Studi di TORINO

La patologia oncologica è negli ultimi anni in costante aumento e le tecniche chirurgiche e parachirurgiche sono sempre parte integrante del percorso diagnostico terapeutico oncologico. I pazienti affetti da un tumore spesso sono poi gestiti in ambito territoriale o in nosocomi meno specializzati dove medici ed infermieri si imbattono in esiti o terapie in corso di cui spesso hanno poca nozione. Il presente Master è pertanto ideato per colmare la carenza formativa in medici ed infermieri così da migliorare la qualità di vita dei malati oncologici offrendogli la migliore assistenza possibile anche in ambito domiciliare. Attualmente infatti un minimo problema correlato ad una tecnica chirurgica o parachirurgica in atto o pregressa obbliga il paziente a recarsi in strutture specializzate spesso con disagi per lui e per la famiglia. Inoltre la cultura delle pratiche chirurgiche e parachirurgiche permette ai curanti di proporre soluzioni terapeutiche o possibilità palliative spesso ignorate per mancata nozione delle stesse. L’attività prevederà lezioni frontali, con specialisti di grande esperienza, attività osservative in centri di riferimento regionali e nazionali e tirocinio pratico per la gestione e applicazione di tecniche innovative ma spesso quotidiane in pazienti così delicati. I discenti saranno resi edotti di tutte le novità tecniche in ambiti diversi. I moduli formativi saranno inerenti a:
- Endoscopia diagnostica e terapeutica: l’attività endoscopica diagnostica e le recenti innovazioni tecnologiche. Trattamento endoscopico delle lesioni neoplastiche e delle loro complicanze. Le endoprotesi del tratto digerente alto e del retto. Le endoprotesi biliari per via endoscopica. Gli stent ureterali.
- I drenaggi e la loro gestione: tipologia e utilità dei drenaggi chirurgici. Loro gestione e trattamento delle eventuali complicanze.
- Le stomie: fisiologia, gestione e impatto fisico delle principali storie. Prevenzione e gestione delle loro complicanze.
- La radiologia interventistica: le procedure radiologiche sia diagnostiche che terapeutiche. La radiologia interventistica in emergenza oncologica.
- Nutrizione clinica: il supporto nutrizionale pre-, peri- e post-operatorio nel paziente onco-chirurgico. L’immunonutrizione.
- Terapia del dolore: update sul trattamento del dolore. Trattamento del dolore acuto postoperatorio. Trattamento del dolore cronico oncologico. Il blocco neurolitico del plesso celiaco. L’analgesia mediante pompe elastomeriche.
- Supporto psicologico: l’approccio psiconcologico al paziente oncochirurgico. Le stigmate chirurgiche. Il supporto per la famiglia.
- Nuove tecniche di gestione del burn out degli operatori: impatto e valutazione del burn-out degli operatori. Tecniche alternative per la gestione del burn-out. La danza terapia e le arti terapie in ambito oncologico.
- Le terapie oncologiche attive e le loro complicanze: la gestione delle complicanze e degli effetti collaterali delle terapie citostatiche, fotostatiche, delle immunoterapie, della radioterapia e della terapia ormonale. Implicazioni chirurgiche.
- La chirurgia e le sue complicanze: principali interventi di chirurgia oncologica e possibili esiti e complicanze in otorinolaringoiatria e chirurgia tiroide, chirurgia toracica, chirurgia digestiva alta, chirurgia digestiva bassa, ginecologia, senologia, chirurgia ortopedica e dei sarcomi.
- La chirurgia palliativa.
- Gestione dei CVC a lungo termine e loro complicanze: analisi dei comuni dispositivi di accesso vascolare a lungo termine, loro gestione e trattamento delle complicanze.
- La venipuntura difficile: tecniche a supporto. L’accesso venoso temporaneo nel paziente oncologico. La tecnologia a supporto del DVA (Difficult Venous Access).
- La legislazione a tutela del paziente oncologico: il quadro normativo a tutela del paziente oncologico. Opportunità e possibilità.
- Il paziente ematologico: Le specificità nell’ambito del paziente oncoematologico.
- Aspetti di bioetica: fino a dove è lecito spingere la chirurgia oncologica e la scienza medica.
Consulta il sito dell'ateneo

Caratteristiche del corso

Sede del corso
TORINO (TO) - ITALIA
CFU rilasciati
60
Posti disponibili
20
Periodo di svolgimento
09/2018 - 10/2019
Numero di ore
complessivo 1500
di cui di lezione frontale e/o in modalità e-learning 827
di cui di stage 50
Frequenza obbligatoria
Si
Frequenza del corso
Un venerdì e un sabato ogni 15 gg ed un periodo di 30 gg per la parte pratica.
Lingue in cui è tenuto il corso
Italiano
Costo Complessivo
2800€
Borse di studio previste
No
Termine presentazione domanda
15/06/2018
Termini Scaduti
Prevista prova di ammissione
Si

Requisiti richiesti

Titolo di studio
Laurea pre riforma, Laurea Triennale, Laurea Magistrale/Specialistica
Abilitazione all'esercizio della professione
Si
Lauree del vecchio ordinamento:
- Titolo di Infermiere o titoli equipollenti (abilitante all’esercizio della professione) che consentano l’iscrizione all’Albo professionale (comma 10 - art.1 – L. 1/2002) con l’obbligo del possesso di diploma di istruzione secondaria di II grado.
- Titolo di Vigilatrice d’infanzia (abilitante all’esercizio della professione).
- Diploma Universitario in Infermiere Pediatrico (abilitante all’esercizio della professione).
- Laurea in Medicina e Chirurgia con abilitazione all’esercizio della professione medica.
Lauree di I livello (ex DM 509/99 e DM 270/2004):
- Laurea in Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di infermieri - classe SNT/1).
- Laurea di I livello in Infermieristica pediatrica (abilitante alla professione di infermieri – classe SNT/1).
Lauree di II livello (ex DM 509/99 e DM 270/2004):
- Laurea in Medicina e Chirurgia classe 46/S e LM-41 con abilitazione all’esercizio della professione medica.
Altro: il riconoscimento dei titoli stranieri sarà effettuato in conformità all'art. 2.5 del Regolamento Master dell’Università degli Studi di Torino
Settore di Laurea
MEDICO
Conoscenze Linguistiche
Italiano

Note

Le rate del versamento consistono per gli infermieri in una rata da 1800 euro, per i medici in una rata da 2800 euro.
Prove di ammissione: questionario a scelta multipla con 100 domande e, in caso di parità, valutazione del curriculum vitae.
Chiudi